Breaking News :

Teramo, un privato installerà la Pet al “Mazzini”: la Asl recupererà 750.000 euro l’anno di mobilità passiva

TERAMO – Buone notizie per il reparto di Medicina Nucleare dell’Ospedale Mazzini rinnovato e inaugurato a dicembre, tornando fruibile dopo i lavori di trasferimento. Alla Asl di Teramo è in fase di esame attualmente una proposta  arrivata da un privato per la installazione di una Pet all’interno del nosocomio aprutino. La proposta è potenzialmente interessante, ma sembra un po’ complicata da esaminare secondo quanto si è appreso dal Direttore Generale della Asl di Teramo Roberto Fagnano. “È la stessa procedura di un project financing – ci illustra il Manager raggiunto al telefono – In questi giorni si sta effettuando una istruttoria in quanto la Asl, come sapete tutti, purtroppo non è dotata di  una Pet per gli esami tomografici, tanto da dover mandare tutti i pazienti fuori Regione, con tutti i costi che ne conseguono in termini di mobilità passiva. Il problema in tal senso è dato dal fatto che queste proposte non sono sempre adeguatamente sostenute da progetti validi.

Ma a quanto pare l’ipotesi di un progetto di finanza per la Pet non è così campata in aria, anzi è valutata seriamente. Anche perchè secondo la proposta, il privato realizzirebbe i lavori necessari e fornirebbe sia la macchina che i beni di consumo nonché il supporto di personale. Tutto questo in cambio di un canone annuale, per un valore complessivo di circa 5/6 milioni di euro per circa 8 anni.

“Sono in atto riunioni per cercare di valutare al meglio la proposta – dice ancora il Manager Fagnano – certo così è alquanto conveniente. La Asl
spenderebbe 1.250.000 euro all’anno. Meno dei due milioni che oggi si spendono in mobilità passiva”

Read Previous

Nasce il Centro Universitario Teatrale diretto da Silvio Araclio

Read Next

Mosciano, votata mozione per collocare l’Ospedale nuovo nei pressi del casello A/14