TERAMO – L’obiettivo è stato conseguito a margine di un’offerta importante e migliore tra tutte, anche se il Comitato Regionale abruzzese della LND non ha mai tenuto conto soltanto dell’offerta economica.

Ovviamente toccherà a Super J illustrarci come strutturerà la programmazione conseguente, che non dovrebbe riguardare soltanto la messa in onda dei servizi e delle interviste in prima serata: chi vi scrive sa cosa significhi raggiungere tale obiettivo per l’informazione sportiva regionale e, da qualche mese, anche interregionale, avendolo toccato con mano nel 2008 per il biennio successivo: da allora, per undici anni consecutivi, sono stati altri a farlo.

Secondo noi la soddisfazione di Super J andrà oltre lo standard, nella consapevolezza che riuscirà ad “inchiodare” settimanalmente decine di migliaia di telespettatori davanti al video o su altre piattaforme. La perseveranza di Filippo Di Antonio e l’ennesimo sforzo economico profuso, porranno Super J al centro dell’attenzione abruzzese ma anche molisana, rafforzando notevolmente il proprio audience.

Altra considerazione, non è la prima volta in assoluto per l’emittente teramana, che esportò per due anni un identico prodotto nelle vicine Marche.

Complimenti alla proprietà ed all’intero staff “teramano”, non di altra provincia.