Calcio, il Teramo a Viterbo per sovvertire trend esterno e tradizione avversa

TERAMO – In attesa della lista dei convocati del Teramo per la gara di Viterbo (sarà allegata quando la manderanno, se la manderanno – ndr), il Teramo è atteso da un confronto per nulla agevole, contro una squadra che ha segnato tanto (31 reti) ma subìto altrettanto (31), fino alla batosta ultima di Catanzaro (4-0).

Vero è che avranno voglia di rivalsa, i laziali, ma vogliono invertire il trend esterno, i biancorossi, avendone le possibilità, anche forti della parziale classifica del girone di ritorno nella quale sono al primo posto con 12 punti su 15 e con una sola rete subita. A ciò va aggiunto che in Coppa sono pure riusciti ad espugnare l’Enrico Rocchi (dal nome del quartiere in cui sorge) per 1-0, con rete di Cancellotti.

E’ ovvio che il campionato è ben altra cosa e che la tradizione, nella globalità, non è positiva, ma il Teramo deve crederci, riuscendo ad accantonare qualche condizionamento di troppo dato dal rendimento esterno non eccelso, nella consapevolezza di valere a pieno titolo gli avversari, già “omaggiati” d’un pari non meritato (rigore inesistente) all’andata.

Formazione? Mah… qui si va ad intuito, nel tombale silenzio di società e squadra (sempre per taluni e non per tutti).

E’ molto probabile che per gran parte sarà la formazione che ha battuto il Rende, con la conferma della coppia centrale Cristini-Soprano, se quest’ultimo supererà una fase di leggero affaticamento muscolare: forse in mediana si starà valutando se schierare inizialmente, o meno, Viero, ma gli altri saranno della partita. L’incognita Mungo, dovrebbe restare tale, nel senso che molto difficilmente lo si vedrà in campo dall’inizio: l’ex cosentino, per Tedino… “il calcio”, è oramai cosciente del fatto che, per riprendersi quel che sarebbe dovuto essere suo senza se e senza ma, dovrà “inventarsi” qualcosa nei minuti che gli saranno eventualmente concessi. Fare cioè l’esatto opposto di Cava dei Tirreni.

In casa Viterbese mai come domani si registreranno “problemi di abbondanza” con i recuperi, in difesa, dello squalificato Baschirotto e di Bianchi, che domenica scorsa era in panchina, a Catanzaro.

La gara (inizio ore 17:30) sarà diretta da Mattia Pascarella di Nocera Inferiore (SA) che sarà assistito da Fabio Pappagallo di Molfetta (BA) e da Lucia Abruzzese di Foggia. Un solo precedente, non fortunato per i biancorossi, il 7/10/2018: Feralpisalò – Teramo 3-1.

Comunicato Stampa Teramo Calcio (ricezione ore 16:30)

Di seguito la lista completa dei 21 convocati:
PORTIERI: 22 Lewandowski, 1 Tomei.
DIFENSORI: 29 Cancellotti, 4 Cristini, 24 Fiore, 2 Florio, 18 Iotti, 26 Piacentini, 5 Soprano, 3 Tentardini.
CENTROCAMPISTI: 8 Arrigoni, 19 Bombagi, 23 Cappa, 7 Costa Ferreira, 20 Ilari, 11 Mungo, 21 Santoro, 28 Viero.
ATTACCANTI: 25 Birligea, 9 Magnaghi, 14 Minelli.

Indisponibili: Di Matteo, Lasik, Valentini.
Diffidati: Arrigoni, Magnaghi, Santoro.

Read Previous

Atri, nel garage di casa marijuana e cocaina: arrestato un giovane artigiano

Read Next

FOTO e VIDEO | D’Alberto in visita agli sfollati degli Hotel: scadenza per accedere al Cas del 17 febbraio incombe