Giulianova, per Confartigianato l’assegnazione dei mercatini non è regolare: il Comune dia spiegazioni

TERAMO – La Confartigianato torna a porre l’attenzione sulle assegnazioni dei mercatini ricordando che, come da normative, le “Associazioni imprenditoriali maggiormente rappresentative per il Commercio su aree pubbliche e per l’Artigianato” non sono state, al momento, convocate dal Comune di Giulianova.

“Il Comune di Martinsicuro – si legge in una nota di Confartigianato – ha ottemperato già da tempo, come previsto dalla legge, a convocare la riunione delle associazioni del commercio e dell’Artigianato affidando di comune accordo 9 mercatini a tutte le associazioni presenti alla riunione nei mesi di Luglio e Agosto e i primi di settembre. La scorsa settimana si sono svolti già 3 mercatini. Forse il comune di Giulianova e il suo assessore di riferimento Di Carlo pensa di affidarli a fine stagione? Occorre rispettare le leggi Regionali-Commercio” che prevedono la convocazione di tutte le Associazioni che hanno i requisiti previsti dalla legge per procedere successivamente ad un’equa ripartizione tra le Associazioni, sia per le nuove assegnazioni che per quelle delle fiere e Mercati settimanali.

“Il Presidente Luciano Di Marzio ha evidenziato al Comune di Giulianova la criticità della situazione, che gli ambulanti per quasi 4 mesi non hanno potuto svolgere i mercati e mercatini e quindi non hanno incassato neanche un euro e quindi già nel mese di giugno si doveva attivare per far svolgere i mercatini agli Ambulanti. Con molta meraviglia – continua la nota – siamo venuti a conoscenza che i responsabili del settore Commercio dott. Sisino e Gramenzi hanno autorizzato un mercatino per il pomeriggio del 04/07/2020 in via N. Sauro e Viale Orsini un mercatino affidandolo a FIVA CONFCOMMERCIO e ANVA CONFESERCENTI. Siamo venuti a conoscenza che, sembra, che sia FIVA che ANFA non abbiano i requisiti previsti dalla legge sul Commercio per svolgere i mercatini sul suolo pubblico. Speriamo che chi ha autorizzato questi mercatini abbia effettuato tutti i controlli necessari e se sono in possesso dei requisiti richiesti dalla legge altrimenti saranno chiamati a rispondere davanti alla legge per non aver applicato la legge stessa.

“A nostro avviso chi è stato autorizzato dalla Amministrazione Comunale a poter svolgere i mercatini non dispone dei requisiti richiesti dalla legge, pertanto ad oggi si richiede nuovamente la dimostrazione della sussistenza dei requisiti. Ricordiamo che l’assegnazione in questione è stata concessa – afferma Confartigianato – a un’associazione e consorzio privato che sembrerebbero privi di rappresentatività come si evince dal certificato di iscrizione alla camera di Commercio di Teramo”.

“Inoltre l’ordinanza emessa dalla Polizia Municipale per la limitazione della circolazione pare priva (visto che pare non sia stata pubblicata) della relativa delibera autorizzativa del Comune di Giulianova. L’associazione – conclude Confartigianato – nell’interesse delle aziende ambulanti che rappresenta, resta in attesa delle opportune spiegazioni da parte dell’amministrazione comunale”.

Read Previous

Torano Nuovo, il sindaco Ciammariconi si oppone a installazione nuove antenne

Read Next

Teramo, “Nel lavoro donne libere dalla violenza”: l’assessore Fioretti aderisce alla campagna della Brandiferri