TE.AM: DAL 1 DICEMBRE RECUPERA 40 MEZZI DA TERMOLI, INTANTO RICORRE AL CONSIGLIO DI STATO CONTRO “RIECO”

TERAMO – LA Teramo Ambiente S.p.A dal 1 dicembre avrà 40 ulteriori mezzi a disposizione: che di fatto sono quelli utilizzati a Termoli dove il 30 novembre prossimo scadrà la convenzione per il  servizio di raccolta rifiuti. Servizio che come e’ risaputo (dopo 8 anni) non proseguirà, in quanto la stessa Te.Am ha perso la nuova gara (vinta dalla Rieco S.p.A.) dopo 3 anni di proroghe. L’Azienda sta preparando il ricorso al Consiglio di Stato, quindi la partita a Termoli non e’ data affatto per perduta.
Tuttavia il ritorno e il  recupero a Teramo dell’intero parco macchine, può essere colta positivamente, data l’esiguita’ e anche la vetustà di alcuni mezzi utilizzati attualmente sul territorio, dando così una boccata d’ossigeno alla stessa azienda. Del resto in attesa di sviluppi sulla compagine societaria, sia se continui ad essere società mista, se quando arriverà un nuovo socio, o dovesse diventare interamente pubblica, (si attente a breve l’Assemblea dei Soci) non si prevedono acquisti.  Fosse subentrato un nuovo socio privato, se la gara a doppio oggetto non fosse andata deserta, avrebbe dovuto portare in dote almeno 35 mezzi nuovi.
Intanto, in attesa del ricorso al Consiglio di Stato la Te.Am partecipera’ a due gare importanti: in Umbria, Ato1 (assieme alla Diodoro Ecologia) ed a San Salvo.
Sul fronte servizi, si attendono sviluppi sulla raccolta porta a porta: dopo le sollecitazioni anche del Sindaco Gianguido D’Alberto ci potrebbe essere una riformulazione, con un sistema misto. Per le frazioni si starebbe studiando il modo di inserire delle isole ecologiche.

A breve ci sarà anche la sistemazione di altri 150 cestini in città

Read Previous

MARE INQUINATO, IN ABRUZZO NEL 2018 DIVIETI SU QUASI UN TERZO DELLA COSTA

Read Next

PONTE SAN GABRIELE: INTERVENTI PER OLTRE 3 MILIONI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA