Aeroporto d’Abruzzo: quattro voli in più a settimana dal prossimo inverno

PESCARA – Aumenta la frequenza dei collegamenti per Bergamo, Torino, Bucarest e Bruxelles Charleroi Milano Bergamo, Bucarest, Torino e Bruxelles Charleroi. A partire dalla prossima stagione winter aumenta la frequenza settimanale dei voli di collegamento tra l’Aeroporto d’Abruzzo e quattro destinazioni in Italia ed Europa.
La compagnia Ryanair ha inserito Pescara tra gli aeroporti in cui potenziare la propria presenza aggiungendo un volo a settimana su 4 rotte.
Si tratta appunto di Bergamo Orio al Serio che è già attivo con undici voli settimanali e sale a dodici; Bruxelles Charleroi che da tre arriva a quattro; il collegamento con Torino aumenta a tre voli settimanali, così come quello per Bucarest. I nuovi collegamenti diventeranno operativi a partire dal 30 ottobre per la prossima stagione invernale.
«Siamo soddisfatti di aver ottenuto il potenziamento della frequenza settimanale su quattro rotte che per l’Abruzzo rappresentano collegamenti strategici sia in chiave di turismo business che di leisure – ha commentato Vittorio Catone, presidente della Saga -. L’Aeroporto d’Abruzzo risulta tra le destinazioni su cui la compagnia ha deciso di puntare maggiormente per il potenziamento dei voli settimanali, aumentando la frequenza settimanale in ben quattro rotte. Il lavoro che stiamo facendo sulla prossima stagione è costante e mira ad introdurre anche collegamenti con nuove destinazioni». Per Bergamo il volo è stato aggiunto nella giornata di sabato; per Torino i collegamenti che attualmente sono garantiti il mercoledì e il sabato verranno effettuati il lunedì, il mercoledì e il venerdì; per Bucarest, al martedì e al sabato si aggiungerà il giovedì; infine per Charleroi, i voli verranno effettuati il lunedì, il mercoledì, il venerdì e la domenica.

Read Previous

FOTO e VIDEO | Biblioteche regionali: la soddisfazione di Paolucci e del PD

Read Next

Parco G.S., è lotta attiva contro gli incendi boschivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: