Calcio, il Teramo deve rassegnarsi al girone C? Forse no

TERAMO – Il tanto auspicato inserimento nel girone B della prossima Lega Pro, al momento, per il Teramo, appare possibile. Proviamo a spiegarlo.

Dei 20 clubs che compongono ciascun raggruppamento, sottraendo a quello passato Reggina, Rende, Bisceglie e Rieti, saremmo a 16. A questi si deve aggiungere la Sicula Leonzio che non si è iscritta (15). Chi tra Ternana o Teramo (14)? Teramo è leggermente più a Nord.

Le 14 società restanti andrebbero integrate dalla retrocessa Juve Stabia (15), dalla Turris (16), dal Bitonto (17), dal Palermo (18) e dal Trapani oppure dal Pescara (19). Retrocedesse il Perugia la situazione peggiorerebbe.

La ventesima sarà tra Ternana (geograficamente) o Teramo: entreranno in gioco altre valutazioni?

Read Previous

Migranti positivi al Covid a Civitella, Zennaro presenta interrogazione

Read Next

A24, chiusura notturna dello svincolo di Tornimparte – L’Aquila Ovest