Fisar Teramo, il 29 febbraio viaggio alla scoperta dell’Irpinia e consegna dei diplomi ai neo sommelier

Sabato 29 febbraio la Delegazione Fisar Teramo organizza un viaggio alla scoperta della provincia campana con la più alta concentrazione di vigneti, dove le uve aglianico diventano l’imponente Taurasi Docg. Un luogo dove tracce della coltivazione della vite si perdono nel tempo.

“Sarà questa l’occasione per festeggiare i nostri neo sommelier con la consegna dei diplomi di qualificazione”, dicono dall’associazione, “Insieme al principe delle uve rosse, l’aglianico, sarà occasione di approfondire la conoscenza di grandi vitigni a bacca bianca quali fiano, greco bianco e coda di volpe che concorrono alla creazione del Fiano di Avellino Docg e Greco di Tufo Docg.

Cicerone nel nostro viaggio sarà la dott.ssa Milena Pepe, proprietaria ed enologo della Tenuta Cavalier Pepe dove la coltivazione delle vigne avviene nel più grande rispetto dell’equilibrio naturale del territorio per ottenere vini che mettano in risalto le migliori caratteristiche gustative del territorio irpino”.

Una giornata di approfondimento enologico e di convivialità alla scoperta di un territorio magico come quello irpino.

Programma della giornata:

– Ore 6:00 partenza da Teramo (P.zza San Francesco);

– Ore 11:00 arrivo presso la Tenuta Cavalier Pepe e “welcome coffee”;

– Ore 11:30 Visita dei vigneti e della cantina ed a seguire degustazione tecnica in sala di 7 vini

Dopo la degustazione ci sarà la Consegna degli Attestati ai Neo Sommelier.

– Ore 13:30 Pranzo presso il ristorante La Collina in accompagnamento a 3 vini della Tenuta;

Nel pomeriggio riprenderà il viaggio con la possibilità di visitare il piccolo borgo di Taurasi.

La quota di partecipazione comprende: viaggio in Pullman, visita in cantina, degustazioni ed il pranzo.
I posti sono limitati, è obbligatoria la prenotazione entro il 25 Febbraio.

Read Previous

Verna replica a Comitati di Quartiere: “Sono in cerca di visibilità? Scelte le fa la politica”. Su nuovo Ospedale glissa

Read Next

Montorio, l’Assessore Nina Nori si dimette ma le deleghe rimangono