Coronavirus, la lettera del Sindaco di Torano Nuovo ai cittadini: nessun contagio ma non abbassiamo la guardia

Cari Concittadini,
la situazione che stiamo vivendo – ne sono consapevole – ci sta mettendo a dura prova, e ricomporre il puzzle delle cose accantonate, del lavoro interrotto, delle relazioni costrette alla distanza non sarà semplice. Tuttavia, questo “tempo sospeso” ci sta cambiando, rendendoci diversi, forse migliori.

Ancora non è giunto il momento per riflettere col necessario distacco su tutta questa vicenda. Sento però il bisogno di ringraziarVi per la consapevolezza e l’approccio misurato con cui state affrontando la situazione, atteso che questa partita riusciremo a vincerla solidalmente e soltanto se ci atteniamo con rigore e senso di responsabilità alle regole e alle restrizioni imposte, tuttora vigenti.

Nei modi e tempi giusti – se mi sarà concesso – cercherò di esprimere la mia gratitudine verso quanti, con totale abnegazione, mi stanno dando una mano: confesso di stare ricevendo dal punto di vista umano molto più di quanto non stia dando.

Sono vicina a quanti hanno sospeso l’attività e a tutte le famiglie che hanno dovuto interrompere il proprio lavoro o che stanno modificando le loro abitudini. Penso ai nostri bimbi e ai nostri ragazzi i quali, a casa, stanno reinventando la loro quotidianità, anche attraverso l’implementazione della didattica a distanza, indispensabile in questo momento al fine di contenere i disagi del prolungato distanziamento sociale.

L’emergenza in atto ha imposto e continua ad imporre enormi sacrifici. Non con rassegnazione ma con fiducia risaliremo la china.

Ciò che Vi chiedo adesso è di darci una mano per lavorare al meglio e contribuire a far sì che si possa gestire nel migliore dei modi – pur tra mille difficoltà – questa emergenza.

Consapevole che non ci sia concesso, ora, di illuderci e che potremo tirare un sospiro di sollievo solo ad emergenza conclusa, ad oggi la nostra Comunità è stata preservata e non si registrano fortunatamente casi di contagio. Seppure nella piena consapevolezza che potremmo avere casi positivi al virus, dobbiamo continuare a tenere un comportamento responsabile, lucido e rigoroso.

Restiamo dunque a casa per proteggere le persone più deboli e gli anziani, i nostri affetti più cari e noi stessi, limitando le uscite ai soli casi di assoluta necessità, salute, lavoro.

Ricordo ancora una volta le regole da seguire:
– in caso di rientro in Abruzzo, mettersi in isolamento fiduciario di 14 giorni, contattare il proprio medico e la Asl di riferimento (ASL Teramo numero 800 090 147); in tal caso, osservare il divieto di spostamenti e rimanere raggiungibili per ogni attività di sorveglianza;
– in caso di presenza di sintomatologia, raccomando di non recarvi al pronto soccorso, ma di contattare il vostro medico di medicina generale o il numero verde della Asl di residenza.
Restano salve tutte le raccomandazioni igienico-sanitarie ormai note (lavarsi spesso le mani con acqua e sapone o gel a base alcolica; mantenere la distanza di sicurezza interpersonale, etc.).
Grazie ad ognuno di Voi, alla mia Comunità toranese.
Riusciremo presto a superare questo momento. Lo faremo insieme.

 

 

Il Sindaco di Torano Nuovo
Anna Ciammariconi

Read Previous

Sanità, per il 2020 assegnati 120 mln euro ad Abruzzo. Circa 31 per emergenza covid, 90 per riparto fondo nazionale

Read Next

Coronavirus, altri 12 casi positivi a Teramo: il pensiero di D’Alberto per Brucchi e i concittadini scomparsi