Calcio, Teramo: e se Iachini rettificasse il tiro e centrasse meglio l’obiettivo?

TERAMO – “Se non cambiano le cose, ci saranno serie difficoltà per reiscriversi, anche per noi“: firmato, in una nota ufficiale della società, da Franco Iachini.

La mia reazione, a caldo: “Sta alzando il tiro per ottenere il giusto, al pari di tutti i clubs di Lega Pro“. A freddo ne resto convinto ma, ampliando la chiave di lettura di una frase non detta dall’ultimo degli ultimi, sono altresì certo che la tifoseria biancorossa, già martoriata da un fallimento e da una ripartenza da “zero spaccato” (ancora grazie a Luciano Campitelli – ndr), vada maggiormente tutelata.

In fondo, asserire che il futuro non potrà permettere investimenti come quelli messi in atto nell’attuale stagione, ha una valenza (lo ha affermato in Supergol di lunedì 30 marzo u.s. -ndr-), parlare invece di futuro incerto, anche soltanto per scuotere le coscienze altrui, ne ha un’altra.

Non è un caso che ci siano stati tanti fraintendimenti e che siano tornati alla mente le famose estati di sofferenza, quelle pre-campitelliane per intenderci, nelle quali l’interrogativo era sempre e solo uno: “Ci iscriviamo o non ci iscriviamo?“.

Toccherà al presidente rettificare il tiro, se dovesse condividere.

Read Previous

Polizia Locale di Silvi, 11 sanzioni in una sola giornata e oltre 5500 controlli in 25 giorni

Read Next

Coronavirus e animali domestici, per l’ISS lontani da padrone infetto: gatti più suscettibili, no ad effusioni