VARIAZIONE DI BILANCIO, CITTA’ ATTIVA CONTRO LA POLITICA DEGLI ANNUNCI DELLA GIUNTA VAGNONI

??????????????

MARTINSICURO – Per una certa politica quello che conta è più l’annunciare che il fare. Sembra sfuggire che oggi c’è la possibilità, per i cittadini, di fare ogni tipo di verifica e forse sarebbe il caso di riflettere bene prima di rilasciare dichiarazioni che, nella migliore delle ipotesi, non fanno fare bella figura a chi le esprime e, nella peggiore, possono davvero far indignare chi legge credendo che qualcuno possa pensare di avere a che fare con degli sprovveduti.
Ci riferiamo all’ennesimo post autocelebrativo pubblicato dall’Assessore al Bilancio per conto dell’Amministrazione in carica e per il quale vorremmo fare delle precisazioni andando a fare una analisi basata sulla realtà dei fatti e non sulle solite chiacchiere.
Partiamo da un fatto; la variazione di bilancio di fine anno consiste nello spostare somme non utilizzate da capitoli di bilancio verso altri dove non ci sono fondi per destinarli a spese che si pensa di fare da lì a fine anno.
Serve poi per destinare entrate inattese che magari si sono avute dopo l’approvazione del bilancio (come potrebbero essere ad esempio maggiori multe rispetto al previsto o maggiori accertamenti effettuati) o a coprire maggiori spese impreviste (come ad esempio maggiori spese per utenze o per interventi straordinari che si sono dovuti sostenere in seguito a maltempo o altro)
Già questo fa capire come inserire all’interno della stessa opere che richiedono progettazioni, bandi di gara e affidamenti lunghi serve solo per fare il solito comunicato stampa ad effetto teso a far credere a chi legge ciò che non è.
Naturalmente qualcuno potrebbe pensare che anche da questa parte si possa utilizzare lo stesso criterio per cui si sostengono tesi per il solo spirito di contraddizione. Ma chi ci conosce sa che a noi piace parlare con i fatti e allora, fermo restando che quando nell’elenco delle meraviglie si parla di potature o di eventi di Natale non abbiamo problemi a credere che si faranno entro l’anno, per altri interventi ci permettiamo di sollevare perplessità…naturalmente chiarendo i motivi che ci spingono a credere che si tratta della solita propaganda tesa a far distogliere ai cittadini che si lamentano per un po’ l’attenzione dalle molteplici problematiche non risolte o create, e allora ci chiediamo:

1) perché esaltare investimenti in asfalti e manutenzioni per 70.000 euro se nella variazione di bilancio dell’ottobre 2017 con lo stesso criterio ci si esaltava promettendo 200.000 euro per lo stesso fine e oggi, a un anno, ne sono stati impiegati poco più della metà?

2) perché esaltare investimenti per giochi nei parchi pubblici per 50.000 euro dopo che fin dall’approvazione del bilancio di previsione alcuni Consiglieri si sono pubblicamente impegnati personalmente sui social a che sarebbero stati fatti interventi da lì a breve? In base a quale rassicurazioni lo hanno fatto? Entro Dicembre si farà quello non fatto in otto mesi?

CITTA’ ATTIVA

3) perché continuare a puntare sulla scarsa memoria dei cittadini sperando nessuno ricordi loro che nella variazione del novembre 2017 erano state inserite, in pompa magna e gridando al rilancio delle opere nella nostra Città, 327.000 euro per l’ampliamento del Cimitero di Villa Rosa successivamente, senza uguale pubblicità naturalmente, tolta dalle previsioni di realizzazione oppure 310.000 euro per le linee delle acque bianche nelle vie Tevere, Tagliamento e Vicenza e di cui oggi, a un anno, non si ha notizia? Si pensava all’epoca di far partire queste opere da li a un mese o come sosteniamo noi servivano solo a confezionare il solito bel comunicato stampa a dispetto di chi magari credeva davvero nella risoluzione di problemi?

4) ma davvero surreale è il passaggio sui 19.000 euro per manutenzione e funzionamento delle telecamere affermando “di cui 9.000 finanziati con le indennità del Sindaco e degli Assessori e del Presidente del Consiglio accantonate”.
Davvero a volte la realtà supera la più brutta fantasia. Su questo argomento abbiamo già avuto modo di chiarire, carte alla mano in un post dal titolo ONESTA’ INTELLETTUALE .. CERCASI datato 16 marzo, come il taglio del 10% sulle indennità di Sindaco e Assessori sia servito a coprire l’aumento dell’indennità dello stesso Presidente del Consiglio che è passato a percepire dai 300 euro scarsi nella scorsa Amministrazione Camaioni la stessa indennità di un Assessore, praticamente più del triplo. Ma oggi scopriamo anche, e qui davvero ci sarebbe da ridere se non fosse drammatico, che in un anno non sono nemmeno riusciti ad impegnare i 10.000 euro che avevano messo su quel fantomatico “capitolo sicurezza” che venne utilizzato all’epoca come foglia di fico per coprire questo giochetto del.. con una mano do con l’altra riprendo.
Difatti oggi quel capitolo verrà utilizzato, dicono, per questo non meglio precisato potenziamento e manutenzione di telecamere che comunque ci risulta non funzionino come dovrebbero non da novembre ma da inizio anno.
Crediamo sia inutile aggiungere ulteriori commenti. Ci teniamo però a chiudere, anche qui per una questione di correttezza, facendo presente ai componenti dell’intera Amministrazione Comunale, che vediamo non correggere il loro esponente, e all’ Assessore, in particolare, che nei suoi retorici post continuare a parlare di Paese che è cosa davvero fastidiosa. Martinsicuro, seppure per come viene amministrato è chiaro che non ne hanno contezza , può fregiarsi del titolo di Città dal lontano 4 settembre 1998.

Read Previous

CHE TEMPO FARÀ MARTEDÌ 4 DICEMBRE 2018… A CURA DI PIERLUIGI CASALENA

Read Next

GIULIANOVA, ANZIANO RINVENUTO MORTO IN CASA