PINETO – Nel recupero della terza giornata Credem Banca, l’Abba Pineto batte 3-0 Macerata al termine di una gara bellissima. Entrambe le formazioni si candidano per vincere il girone bianco SerieA3. Coach Tomasello effettua un solo cambio rispetto alla vittoria di Monselice: Bragatto prende il posto di Calonico. Dall’altra parte Wawrzynczyk parte dalla panchina.

Primo set. Avvio equilibrato con l’ex Morelli che pizzica da una parte e Merlo che risponde dall’altra. Link e Morelli falliscono le prime due battute mandando il pallone a rete; proprio i due vanno a confronto, vinto dall’italiano a muro, che vale il 5-7 Macerata. Si sveglia Milan che con due punti consecutivi impatta la gara, risponde con un’ace Margutti. Il livello tecnico delle due squadre è elevato, lo spettacolo segue di conseguenza. Basso mura Morelli e l’Abba si riporta avanti, 10-9. Si aziona Jacob Link che punisce direttamente in battuta ma i marchigiani rispondono colpo su colpo e con un mani-out tornano in parità. Meraviglioso il muro di Paris su Bacco, mentre Milan invita coach Tomasello a un importante video check che cambia la decisione arbitrale. Ancora Milan si rende protagonista di due parallele mostruose che battono sul campo avversario, mentre Link mura le sortite ospiti. Sul 20-17 coach Gulinello si rifugia nel time-out. Al rientro tre punti consecutivi per Macerata con i punti di Pizzichini e Margutti, 20 pari e Tomasello richiama i suoi. Si riparte con la diagonale di Jacob Link, che poi sbaglia in battuta. E’ Basso a ergersi a protagonista murando l’attacco marchigiano, ace spaziale di Merlo per il 24-22. Bongiorno prende il posto di Paris, ma è ancora Merlo a mettere in crisi la ricezione avversaria. Pineto porta a casa il primo set 25-22.

Secondo set. Il copione del match appare non subire variazioni, con le due squadre divise da una linea sottile di tensione e tenacia. Funziona l’asse Kindgard – Margutti, con il numero 7 spesso e volentieri a segno. Pineto tenta di variare l’attacco con una soluzione in pipe di Milan, ottimo muro di Sanfilippo. Reazione d’astuzia biancazzurra con la stoccata di Paris che, invece di alzare per un compagno, manda il pallone sul campo opposto, 6-6. Gara bellissima e avvincente, Pineto tiene in gioco il pallone miracolosamente, si scatena Link che non perdona, 11-10. Entra Baldari subito protagonista con un muro, Link abbatte i tentativi di ricezione marchigiani. Bacco tiene a galla i suoi con una parallela terrificante. Sul 18-15 Gulinelli manda in campo Wawrzynczyk, punta di diamante della squadra ma è di nuovo Link a far parlare di sé. Sul 19-15 Gulinelli richiama i suoi e fa bene perché accorcia il divario. Solo temporaneamente perché Milan non è d’accordo e con una pipe porta i suoi sul 22-17. Link non è contenibile, Pineto festeggia anche la conquista del secondo set per 25-18.

Terzo set. Macerata concentra le sue energie per far male a Pineto e parte effettivamente meglio degli abruzzesi. I biancorossi pungono con il primo tempo di Sanfilippo, l’Abba reagisce con la pipe di Milan. La formazione di Gulinelli sembra essere più reattiva in ricezione e navigano nella prima fase con un paio di punti di vantaggio, Milan da posto quattro inizia a scandire il ritmo delle esultanze di casa, 8-6 e momentaneo sorpasso. Sussulto Macerata che torna avanti, sull’8-9 Tomasello chiama il time-out. Al rientro Baldari prende il posto di Milan ma il momento è tutto a favore degli ospiti che volano addirittura a +5, 8-13. Si scuote Pineto che con un errore in battuta di Macerata e il solito Link rimette la testa fuori dal guscio. La squadra di Gulinelli continua a viaggiare con un più tre di vantaggio mentre Link le tenta tutte per accorciare le distanze. Sanfilippo continua a mandare KO le ricezioni con i suoi primi tempi, Milan punisce di parallela. L’Ace di Margutti spinge Macerata alla conquista del set, ma i biancorossi devono fare i conti con un ritorno spaziale di Pineto che annulla quattro palle set. E’ una questione di nervi, Merlo riporta a +1 i suoi con le prime palle match annullate da Macerata. Alla fine è il muro di Basso a permettere ai padroni di casa di ottenere un successo bellissimo e tornare in vetta alla classifica.

ABBA Pineto Volley – Med Store Tunit Macerata 3-0 (25-22 | 25-18 | 30-28)

  • ABBA Pineto Volley: Calonico, Merlo 11, Caleca, Bongiorno, Basso 4, Milan 12, Paris 2, Bragatto 2, Omaggi, Baldari 2, Link 17, Fioretti, L. Giuliani 53%pos 24%prf, L Pesare.
    Allenatore: G. Tomasello.
  • Med Store Tunit Macerata: Morelli 15, Margutti 12, Kindgard 4, Wawrzynczyk, Sanfilippo 7, Gonzi, Pizzichini 5, Gabbanelli 42%pos 26%prf,, Bacco 5, De Col, Paolucci, Ravellino. Allenatore: Gulinelli.