Sant’Egidio alla Vibrata – “La mia gabbia il tuo divertimento, no al circo con gli animali”, questo il testo dello striscione affisso dai volontari de La Foresta Che Avanza, il gruppo ecologista di CasaPound Italia, in segno di protesta contro le esibizioni dei circhi che fanno uso di animali.
“Portiamo avanti l’attività sul territorio abruzzese per sensibilizzare l’opinione pubblica su un tema a noi caro” spiega il movimento in una nota. “Abbiamo già avuto modo in altre occasioni di esprimere la nostra contrarietà al circo con animali, per via della mercificazione spietata e degli abusi psicofisici che opera sugli animali selvatici”
“Rinnoviamo il nostro invito agli enti locali – prosegue la nota – di utilizzare gli strumenti amministrativi a loro disposizione per vietare la sosta dei circhi con animali nei territori di loro competenza. Crediamo che la convivenza tra uomini e animali possa e debba realizzarsi in una dimensione di maggiore dignità. Una dimensione che il circo con animali non prevede e non trasmette ai suoi spettatori paganti. Ai cittadini chiediamo di non essere complici di questo tormento e di boicottare questi spettacoli circensi”
“Ci facciamo portavoce di ogni istanza – conclude la nota – per l’introduzione di una nuova normativa nazionale in materia, la quale vieti lo sfruttamento di animali da parte di queste attività e cancelli ogni abuso e crudeltà”