FOTO | Martinsicuro, omaggio a Piazzolla con i Solisti Aquilani e il bandoneon di Chiacchiaretta

MARTINSICURO – I Solisti Aquilani continuano il loro tour estivo in omaggio al grande compositore argentino Astor Piazzolla, si esibiranno a Martinsicuro il 4 Agosto alle ore 21:15, nell’Anfiteatro -zona 167. A 100 anni dalla morte di uno dei compositori contemporanei più eseguiti al mondo I Solisti Aquilani Quintetto (Rocco Roggia e Daniela Marinucci al violino, Margherita Di Giovanni alla viola, Simone De Sena al violoncello e Giovanni Ludovisi al contrabbasso) riprodurranno alcuni dei brani più celebri del compositore argentino. Travolgente, passionale, romantica, sorprendente: la musica del compositore argentino sarà la protagonista di un dialogo tra l’ensemble cameristico de I Solisti Aquilani e il suono penetrante e suggestivo del bandoneon di Cesare Chiacchiaretta.

Nato in Argentina l’11 Marzo 1921 da genitori italiani, Astor Piazzolla è considerato il padre del tango argentino che rivoluzionò con le influenze classiche e della musica jazz newyorkese degli anni ’30. Ad 11 anni compose il suo primo tango diventando negli anni un virtuoso del bandoneón, una specie di fisarmonica a due mani. Piazzolla fu anche e soprattutto un compositore colto, uno dei più importanti del XX secolo, che rivoluzionò la storia del tango, innalzando le forme tradizionali di questo ballo popolare e traghettandolo dalle milonghe di Buenos Aires alle più importanti sale da concerto, anche in Italia dove nel 1973 compose uno dei suoi album più famosi, Libertango. Portatore di una vera e propria rivoluzione, inizialmente incompresa, oggi è nel pantheon dei più grandi musicisti di sempre. “El tango se lleva dentro de la piel”. Il tango si porta dentro la vita. Questo era il “nuevo tango” di Astor Piazzolla e della sua Argentina, che di questa forma fece una delle sue espressioni più autentiche.

“Sono estremamente felice ed onorato di prendere parte a questo concerto con i miei grandissimi Amici dei Solisti Aquilani e con il finissimo interprete di tango Cesare Chiacchiaretta. E’ un programma dalle tinte molto variegate. Partendo dalla storia della vita di Astor Piazzolla e dal suo bandoneon, l’atmosfera si dilata sul senso più intimo dell’essere musicista e del confronto fra l’artista e il suo tempo”, dichiara Rocco Roggia, violinista de I Solisti Aquilani. A fargli eco tra i componenti del Quintetto, la violista Margherita Di Giovanni: “E’ emozionante ritrovarci insieme con Cesare Chiacchiaretta e i colleghi dei Solisti Aquilani per interpretare uno dei maggiori compositori e bandoneonista del secolo scorso, la musica di Piazzolla non ha tempo ed è infatti amato anche dai giovanissimi”.

L’ingresso sarà gratuito e in osservanza delle regole anti covid.

Read Previous

Provincia di Teramo, “adottata” da un privato la rotatoria sulla Pedemontana San Nicolò-Garrufo

Read Next

Incendio a Pescara: necessiteranno 25 anni per il ripristino della Pineta Dannunziana

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: