VIDEO | D’Alberto replica a Francia e valuta azioni legali: è macchina del fango, se qualcuno pensa di intimorirmi se lo può scordare

TERAMO – “Sono accuse infamanti e gravi“, così il Sindaco Gianguido D’Alberto in replica alla nota stampa di Christian Francia di Teramo 3.0 in cui si accenna a presunte ingerenze da parte del Primo cittadino in relazione ad un’assunzione di un suo familiare. (Teramo 3.0 contro PD e D’Alberto: predicano bene e razzolano male).

E’ una macchina del fango, chiedo scusa personalmente a mio fratello – prosegue – del quale sono orgoglioso perché tutto quello che ha ottenuto è merito suo“.

La cooperativa Nuovi Orizzionti non c’entra niente con il Comune di Teramo, non è una partecipata, ma gestisce servizi sociali per tanti enti“, aggiunge. Il Primo cittadino ha fatto intendere di voler valutare azioni legali. “Se qualcuno pensa di intimorirmi portando avanti la macchina del fango per impedire di andare avanti con l’azione che abbiamo messo in campo, se lo può scordare: ci rinunci, fanno solo una figuraccia“.

ASCOLTA GIANGUIDO D’ALBERTO

Read Previous

Muore un artigiano in uno scontro, arrestato conducente

Read Next

Amministrative Montorio, irrompe l’ex Sindaco Di Giambattista: “Serve una coalizione ampia e solida per realizzare i progetti”