A24-A25, sicurezza viadotti. Strada dei Parchi chiede nuove prove di carico: “nessuna carenza di manutenzione né rischio”

L’AQUILA – “Abbiamo preannunciato al giudice la nostra richiesta di incidente probatorio che svolga una perizia utile a confermare quello che noi sappiamo e che affermiamo serenamente da sempre: non solo non c’è nessuna carenza di manutenzione, ma non c’è il benché minimo rischio per la circolazione stradale sulla A24-A25”. A dichiararlo è Gian Domenico Caiazza, legale rappresentante di Strada dei Parchi al termine dell’udienza davanti al Gup, al Tribunale de L’Aquila.

“Siamo forti di una perizia di ufficio del Tar Lazio – ha sottolineato Caiazza al termine dell’udienza – che già conclude in questo senso, e siamo forti di una nostra consulenza che, a differenza di quella del Pubblico Ministero, ha fatto le prove di carico. Siamo sereni a tal punto da essere noi a chiedere al Giudice, anticipatamente, di effettuare l’accertamento tecnico con suoi periti. Circa il fatto che siano tre Procure abruzzesi ad indagare, l’avvocato Caiazza ha dichiarato: “indagano tutti sulla base di un’unica denuncia. Già il Tribunale del Riesame di Teramo ha annullato un provvedimento di grande significato, ovvero i sequestri dei conti correnti. Ovunque sosterremo quello che stiamo sostenendo qui: si tratta di fare valutazioni tecniche? Facciamole subito. Facciamole bene. Facciamole con le prove di carico. Affidiamole a un soggetto terzo competente. Si vedrà che noi come Strada dei Parchi e i cittadini potranno essere sereni sullo stato di manutenzione e di sicurezza delle autostrade A24 e A25”.

Read Previous

Regione Abruzzo, screening anti Covid di massa dedicato a bambini e ragazzi

Read Next

La biogeografia degli animali nel mondo: appuntamento WWF per il “Darwin Day” 2021

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: