Basket B, il Teramo lotta ma perde il derby con il Giulianova

TERAMO – Sgomberiamo la mente da ogni dubbio chiarendo da subito un concetto: il Giulianova ha meritato pienamente la vittoria del derby che si è giocato tra le mura amiche del Palaskà. Non possiamo che stringere sportivamente la mano ai cugini giallorossi, autori di una partita giocata in modo eccellente sia sotto l’aspetto mentale che sotto l’aspetto tecnico e condotta praticamente dall’inizio alla fine.

Detto questo bisogna anche sottolineare, dall’altra parte, la solita prestazione tutto cuore del Teramo che contro tutto e tutti (mettici anche la sfortuna con l’uscita del capitano Di Bonaventura nel secondo quarto per un colpo ricevuto alla schiena) ha comunque lottato fino alla sirena finale, andando vicino nella quarta frazione a realizzare anche una rimonta che sarebbe entrata sicuramente nei Guinnes dei primati, partendo da un passivo di 23 lunghezze ed arrivando a meno di due possessi di distanza dai giuliesi, con i giallorossi complici di aver staccato la spina un po’ presto e di aver commesso qualche ingenuità di troppo negli ultimi minuti (due falli tecnici a Gobbato e Fall che hanno fatto arrabbiare e non poco coach Ciocca).

Presi in considerazione tutti questi fattori va nuovamente dato pieno merito a Balic (Mvp con 24 punti, 5 rimbalzi e 7 assist) e compagni, bravi nell’imporre subito il proprio ritmo al match, costringendo il Teramo a rincorrere e ad essere inevitabilmente in ritardo sulle varie situazioni di gioco.

I ragazzi di coach Cilio con questa sconfitta (la nona nelle ultime dieci) abbandonano in maniera quasi definitiva il discorso di salvezza diretta e adesso bisognerà restare ancora più uniti e compatti per affrontare l’ultima parte della regular season, entrando nell’ottica che quasi sicuramente si faranno i playout e che ci si dovrà arrivare nella migliore posizione possibile e con un livello mentale adatto ad affrontare la situazione.
La matematica però ancora non dà un verdetto definitivo e di conseguenza Di Bonaventura e soci possono e devono ancora crederci. Inizia il countdown, con le ultime dieci partite da giocare come fossero dieci finali.

TABELLINO
ADRIATICA PRESS TERAMO – GIULIANOVA 72-80
(17-24, 17-20, 14-19, 24-17)

Adriatica Press Teramo: Banach 5, Montanari 6, Cucchiaro 2, Bruno 11, Lestini 17, Di Febo ne, Del Sole ne, Lanzillotto ne, Matic 5, Forte 18, Di Bonaventura 8. Coach: Manuel Cilio
Giulianova: Piccone 9, Hidalgo 6, Fall 8, Gobbato 13, Balic 24, Sebastianelli 3, Piccoli 2, Genovese 5, Chiti 10, Malatesta. Coach: Cesare Ciocca

Read Previous

Roseto, l’associazione “Il Foro” presenta il nuovo libro di Angelo Mellone “Fono alla fine”

Read Next

Teramo, Massimo Mercelli e Roberto Cominati in concerto per la Riccitelli