Terza vittoria in fila per Roseto, che batte la Bakery Piacenza dopo 45′  di battaglia, ennesimo supplementare, e quota 18 raggiunta in
classifica. Una gara pazzesca quella vissuta al PalaMaggetti, dove gli  Sharks hanno condotto per tutto l’ultimo periodo, facendosi acciuffare
da una triplissima di Pastore prima e Castelli per il sorpasso poi , con  Akele che ha messo soltanto un tiro libero, valevole poi per l’overtime,
overtime in cui è salito ancora in cattedra Person, e dove la lucidità  rosetana è uscita nel finale. Gli ospiti hanno condotto nei primi 20′,
poi sono stati rimontati da Pierich e un Person irreale da 46 punti.  Piacenza non demerita affatto, ma paga poca lucidità negli ultimi
possessi e un Crosariol nervoso uscito a inizio quarto periodo. Per i  biancazzurri surreale la gara di Wesley Person, 46 punti con 10 triple
messe a segno, 16 a testa per Akele e uno stoico Pieric, 12 e 8 rimbalzi  per Sherrod, dall’altra parte super prova di Pastore con 32 punti, 22
Voskuil, 16 per Castelli.

D’Arcangeli parte con il suo solito starting five, Nikolic, Person,  Eboua, Akele e Sherrod, Di Carlo risponde con Green, Voskuil, Pastore,
Castelli e Crosariol: Roseto inizia un po’ compassata, mentre Pastore e  Crosariol allungano subito sul 3-10. Si accende Person, che insieme ad
Akele guida la rimonta dei locali, i quali sorpassano al 5′. L’entrante  Pierich e lo stesso Sherrod provano ad allungare, ma Pastore è in serata
di grazia (13 punti nel primo quarto) e mantiene il punteggio in  equilibrio, con il primo quarto che termina 31-29.

Il ritmo non si abbassa, e Piacenza continua a segnare da fuori con  Pastore e Guerra. Roseto impatta con il solito Pierich, ma Perego e
Crosariol accelerano fino al +10 al 18′. Prima dell’intervallo, Person  si mette in proprio e accorcia fino al -3, toccando quota 18 punti
personali. Una penetrazione di Voskuil chiude il secondo periodo sul  46-51.

I biancazzurri ripartono meglio, e tornano avanti con le triple di  Person e Akele: dopo il digiuno offensivo durato 5′, Pastore sblocca i
suoi per il controsorpasso. Castelli e Voskuil firmano il +5, ma lo show  di Person non si ferma con altri due canestri. Al 30′, il parziale
recita 67-68. I locali impattano con i liberi di Pierich, poi Person  segna la tripla del sorpasso. La guardia americana ne mette altre due,  quelle che danno l’avvio ad un allungo degli abruzzesi fino al +9, cui  contribuisce lo sfondamento con tecnico con cui Crosariol si tira fuori  dalla partita. Il match non è finito, perché Castelli, Voskuil e Pastore  pareggiano con 34″ da giocare. Person fa 2/2 ai liberi, Castelli  risponde da 3 ma commette fallo su Akele, che fa solo 1/2. Il quarto  periodo termina 89-89, si va all’overtime.

Si continua a segnare quasi solo da 3, con Person (10 triple segnate) da  una parte e Voskuil e Pastore dall’altra. Gli Sharks provano a prendere
il controllo, ma i liberi di Castelli, seppur 2/4, scrivono -1  nell’ultimo minuto. Green sbaglia un passaggio, Perego e Castelli
perdono palla e consegnano di fatto la vittoria a Roseto sul 101-100,  con Pierich che sbaglia la tripla allo scadere per un eventuale sorpasso
nella differenza canestri ( all’andata finì 93-91 per i piacentini ). Prossimo turno mercoledì 13 febbraio, quando gli Sharks faranno visita a
Jesi, in un altro scontro fondamentale per la salvezza.