Vino e ceramica: Cantina Cerulli Spinozzi e Liceo Artistico Grue promuovono il territorio con cinque etichette speciali

CANZANO – Il progetto nasce dalla sinergia tra il Liceo Artistico per il Design F. A. Grue di Castelli e la cantina Tenuta Cerulli Spinozzi di Canzano, che ha dedicato l’ultima linea di vini a una delle eccellenze più antiche d’Abruzzo, la maiolica di Castelli.

L’azienda ha realizzato cinque etichette speciali ispirate al “Terzo Cielo”, scegliendo, insieme agli studenti e al corpo docente del Liceo, alcune delle trecento immagini che compongono la mirabile opera che fu realizzata nel 1954, proprio dalla scuola castellana, per la Triennale di Milano e che rappresenta una rilettura moderna del prezioso soffitto in ceramica della chiesa di San Donato, la “Cappella Sistina della maiolica”. Ogni riproduzione va a caratterizzare una tipologia di vino autoctono, Montepulciano, Cerasuolo, Trebbiano, Pecorino e Colline Teramane docg. La linea prende il nome di “gruè”, ad accentuare anche letteralmente il collegamento con il Liceo di Castelli.

“Nella storia della nostra famiglia c’è sempre stata una forte vocazione alla tutela e allo sviluppo economico del territorio, all’innovazione e alla cultura” – ricorda Enrico Cerulli Irelli, Presidente del Consorzio di Tutela Vini DOCG Colline Teramane – Il progetto con il Liceo Grue è una continuazione di questo percorso di collaborazione e di incontro con la vitalità delle produzioni locali. Anche fare vino dopotutto è un’arte. L’intenzione è di trasformare questa sinergia in un’occasione concreta di scambio di know-how ed esperienza, attivando future iniziative di apprendimento da realizzare presso la nostra azienda, l’istituzione di una borsa di studio o un concorso per l’ideazione di un’etichetta d’artista.”

“Per gli studenti del Liceo Grue è una preziosa opportunità formativa che consentirà di mettere alla prova e raffinare le competenze d’indirizzo superando i confini del curricolo scolastico. Non una semplice esperienza di alternanza scuola-lavoro, ma un percorso di conoscenza delle migliori espressioni della tradizione locale. L’obiettivo è la progressiva riscoperta e consapevolezza delle vocazioni che fanno la nostra identità territoriale – commenta la dirigente scolastica Eleonora Magno – La collaborazione con partner d’eccellenza è una scelta strategica del nostro liceo artistico quadriennale, caratterizza una sperimentazione, l’unica in Italia, che è sintesi tra tutela del patrimonio e slancio innovativo.”

L’origine delle immagini riprodotte sulle cinque bottiglie è indicata sulle etichette e riportata su tutto il materiale promozionale ed informativo della linea di vini, il progetto sarà presentato nel 2021 anche a Verona, nella cornice internazionale del Vinitaly, la fiera più importante del vino italiano.

Read Previous

Teramo, si parla di Ombrina Mare per il Master universitario in Diritto dell’Energia e dell’Ambiente. Domani ai giardini Pannella

Read Next

FOTO e VIDEO | Adsu Teramo dona alla Caritas gli arredi della mensa universitaria. Cambia l’accesso per combattere le file con il Qr Code. Su gara Casa dello Studente tante le richieste arrivate