Breaking News :

FOTO e VIDEO | Nereto, ecco il nuovo mezzo antincendio dei Vigili del Fuoco

NERETO – Stamattina, presso il Distaccamento dei vigili del fuoco di Nereto, alla presenza del Comandante di Teramo Massimo Barboni, del Sindaco di Nereto Daniele Laurenzi, del Presidente dell’Unione dei comuni della Val Vibrata Angelo Panichi e delle autorità civili e militari locali, è avvenuta la consegna di un mezzo fuoristrada. Nel corso di una breve e sobria cerimonia il Comandante Barboni ha consegnato un fuoristrada Mercedes X 250 allestito con modulo per antincendio boschivo. Si tratta di un mezzo operativo di nuova generazione che il comando di Teramo ha assegnato al distaccamento di Nereto in virtù dell’elevata operatività del presidio operativo che copre circa il 30% degli interventi dell’intera provincia, distribuiti tra incidenti stradali, allagamenti, ecc., ma anche incendi molto frequenti nel territorio. Il mezzo è provvisto anche di sistema GPS e va a completare la dotazione del distaccamento, con l’obiettivo di fornire un utile supporto all’azione di contrasto degli incendi boschivi, che i vigili del fuoco conducono in collaborazione dei Volontari di Protezione Civile. Il Comandante Barboni nel suo intervento ha sottolineato l’attenzione che il Comando riserva al distaccamento di Nereto che opera in un territorio densamente popolato e ricco di attività produttive. Il sindaco Laurenzi ha evidenziato l’impegno costante dell’amministrazione comunale per garantire una sede funzionale e decorosa ai vigili del comprensorio della Vibrata, ringraziandoli per il lavoro svolto quotidianamente al servizio della comunità, ma anche per il presidio di sicurezza che offrono al servizio dei cittadini che sanno di poter contare su un distaccamento che ha mezzi e uomini adeguati a supportare il territorio in situazioni di criticità ed emergenza.

Read Previous

Torricella, chiude la SP 48 per la sistemazione di una frana a valle: transiteranno solo gli autobus

Read Next

Commissariato Atri, la deputata Corneli contro Sindaco Roseto: “Non scarichi su di me colpe sue”