Ufficio scolastico Regionale, la sfida della didattica a distanza: in arrivo 2 milioni per le scuole abruzzesi

PESCARA –  La sfida della didattica a distanza è stata accettata dalla quasi totalità delle scuole d’Abruzzo per le quali sono in arrivo circa due milioni di euro dal Miur er l’attivazione di piattaforme e strumenti digitali, risorse per dispositivi digitali, connettività di rete e formazione del personale. A dimostrarlo sono stati i risultati della rilevazione commissionata dal Miur a tutte le istituzioni scolastiche: in Abruzzo ha risposto positivamente la quasi totalità, solo 16 scuole hanno dichiarato di non utilizzare alcuna piattaforma, sebbene sia risultato pari a zero il dato delle scuole che non hanno realizzato alcuna attività. A renderlo noto è l’Ufficio scolastico regionale guidato dal direttore generale Antonella Tozza. La sfida della didattica a distanza è stata raccolta per la prima volta dopo l’emergenza da oltre il 70% delle Istituzioni scolastiche, mentre per il resto delle stesse era frutto di un’esperienza pregressa.

In base alla rilevazione si evince che la didattica a distanza è stata attivata in maniera equa e per tutti i gradi di scuola, dall’Infanzia alla Secondaria di secondo grado; solo in qualche raro caso è stata attivata soltanto per alcune classi. Oltre il 60% delle istituzioni scolastiche ha reputato necessario utilizzare un’unica piattaforma nell’ambito del proprio Istituto. Si scopre inoltre che il 70% delle scuole ha predisposto materiali alternativi per gli alunni privi di internet e l’80% delle scuole ha organizzato e predisposto materiali per gli alunni con disabilità.

“Sono soddisfatta del fatto che la quasi totalità delle scuole abruzzesi abbia raccolto la sfida della didattica a distanza pur misurandosi con essa per la prima volta – ha dichiarato Antonella Tozza – Peraltro, anche in occasione di questa emergenza, la scuola abruzzese si è dimostrata dinamica e resiliente , grazie all’immediata attivazione di dirigenti scolastici e docenti , ma anche inclusiva, avendo sempre a cuore agli alunni con difficoltà. E’ un punto di merito il fatto che un gran numero di istituzioni scolastiche abbia predisposto materiali alternativi per gli alunni privi di internet; un dato che ha indotto il Ministero dell’Istruzione ad avviare le strategie necessarie al superamento di tale criticità con il DM numero 187 del 26 marzo scorso”.

Al fine di sostenere la scuola a distanza l’USR Abruzzo ha attivato un nuovo sito web all’indirizzo, www.usrabruzzodida.it con spazi dedicati ai docenti, agli studenti e ai dirigenti scolastici, al fine di sostenere i percorsi di didattica a distanza. Dal giorno della sua attivazione, il 9 marzo scorso, sono state 1.043 le iscrizioni effettuate ai webinar: sono stati infatti , proposti e calendarizzati 36 webinar per i docenti, studenti e dirigenti scolastici. Sono stati moltissimi i docenti che si sono resi disponibili per realizzare attività formative, oltre alle molteplici attività già poste in essere dall’Equipe formativa territoriale. Tante anche le scuole che hanno condiviso lezioni ed attività organizzate in occasione dell’emergenza, ad oggi se ne contano 103, ma sono in sensibile aumento giornaliero, anche grazie al prezioso lavoro del gruppo redazionale della piattaforma, segno che l’Abruzzo si conferma una grande comunità educante attiva, positiva e resiliente.

Read Previous

FOTO e VIDEO | Coronavirus, ecco l’andamento del contagio in Abruzzo spiegato da Claudio D’Amario del Ministero della Salute

Read Next

Coronavirus: Luciano D’Alfonso chiede di rivedere le norme su tutela Inail