Italia Viva interroga il Sindaco di Teramo sui ripetuti black out di energia in centro

TERAMO – Premesso che

  • è interesse della cittadinanza avere un quadro chiaro sulla situazione attuale relativa alle frequenti interruzioni di energia elettrica che vengono attuate con decisioni unilaterali dalla società di gestione di impianti e reti elettriche presenti sul territorio comunale e considerato che
  • in particolare, nella giornata di domani 2 dicembre 2021 verrà effettuata l’interruzione dell’energia elettrica dalle ore 09,00 alle ore 16,45 in buona parte del centro storico;
  • negli ultimi tre mesi è la terza volta che avviene una interruzione totale del servizio, la quale ha causato e causa enormi problemi in termini di sospensione completa delle attività economiche e professionali per intere giornate;
  • appare urgente e opportuno comprendere se il Comune di Teramo sia a conoscenza di quanto avviene e se abbia interloquito con la società di gestione di impianti e reti elettriche per concordare gli interventi, oppure se li abbia subìti senza possibilità di mediazione.

Ritenuto

  • di dover domandare al Sindaco e all’Assessore competente notizie certe in merito alle predette interruzioni di energia elettrica;
  • di dover chiedere quali forme di tutela abbiano gli utenti rispetto all’interruzione unilaterale di un servizio essenziale per le ordinarie attività di vita domestica, ma soprattutto essenziale per le attività economiche e professionali, nonché le motivazioni di ripetute interruzioni feriali e diurne, piuttosto che festive e notturne, tali da poter attituire l’impatto negativo sulla cittadinanza;

Si chiede di sapere

  1. da cosa dipendano le predette interruzioni di energia elettrica sul territorio comunale: ripetute, unilaterali, programmate per l’intera giornata lavorativa, non concordate e gravemente lesive del rispetto verso famiglie, professionisti, commercianti e imprenditori;

  1. quali forme di tutela abbiano gli utenti rispetto all’interruzione unilaterale di un servizio essenziale per le ordinarie attività di vita domestica, ma soprattutto essenziale per le attività economiche e professionali;

  1. le motivazioni delle ripetute interruzioni feriali e diurne, particolarmente lesive rispetto ad altrettante interruzioni festive e/o notturne, le quali avrebbero ben potuto attutire l’impatto negativo sulla cittadinanza.

Si chiede risposta scritta alla presente interrogazione.

Read Previous

Allarme bomba (non il primo) per il Liceo Statale Albert Einstein di Teramo

Read Next

FOTO | Riaperta al pubblico la Biblioteca “Bolino” del Consiglio Regionale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: