UNA NUOVA MOTOVEDETTA PER LA GUARDIA COSTIERA DI GIULIANOVA 

GIULIANOVA – Si è tenuto questa mattina, nel porto di Giulianova, un simbolico “passaggio di consegne” tra mezzi navali della Guardia Costiera: a lasciare definitivamente il porto, il battello veloce A77, destinato alla Capitaneria di porto di Termoli per poi passare, in estate, al Comando minore delle Isole Tremiti in previsione dell’intensa attività estiva. Alla Guardia Costiera di Giulianova, invece, è stata assegnata una nuova motovedetta classe700, proveniente da La Maddalena e destinata al comando giuliese per potenziare l’intensa attività di controllo pesca che il Comando assicura nell’area marittima antistante la costa teramana.

Il battello A77, arrivato a Giulianova nel giugno 2014, in questo laborioso periodo, ha portato a termine oltre 400 missioni operative, navigando per più di 1.100 ore di moto e percorrendo oltre 11.000 miglia.

La nuova unità CP706 – appartenente alla categoria maggiore delle Motovedette – lunga circa 10 metri e con un equipaggio di 3 persone, è dotata di motorizzazione ad elica che le permette di raggiungere una velocità massima di quasi 40 nodi, con un’autonomia operativa di circa 300 miglia. La classe 700, progettata prioritariamente per l’effettuazione di attività connesse alla pesca marittima, potenzierà le capacità operative della Guardia Costiera di Giulianova, aumentandone autonomia operativa e capacità d’intervento notturno per attività di polizia marittima e vigilanza pesca.

Read Previous

SAN PIETRO AD LACUM, PRESENTATO IL PROGETTO FINANZIATO DAL PSR 2014-2020 PER IL CONSOLIDAMENTO DEL PENDIO

Read Next

FOTO | RUZZO, “RINNOVATO” IL VECCHIO CDA: ALESSIA COGNITTI PRESIDENTE. BOCCIATA LA LINEA D’ALBERTO