TRASPORTI, PRESTO DUE INTERROGAZIONI SUL TERMINAL BUS AD ANAGNINA 

L’AQUILA – In preparazione due interrogazioni sulla decisione della Giunta Raggi di spostare ad Anagnina la stazione dei pullman per e dall’Abruzzo. La prima, da parte della Deputata Dem Stefania Pezzopane; la seconda a risposta scritta al ministro Toninelli da parte del deputato abruzzese di Forza Italia Antonio Martino.

PEZZOPANE. La deputata Dem Stefania Pezzopane è intervenuta oggi sulla decisione della Giunta Raggi di spostare ad Anagnina la stazione dei pullman per e dall’Abruzzo e sta preparando una interrogazione che verrà depositata la prossima settimana.

“Sono anche io una pendolare – spiega Pezzopane – ed in questi giorni con decine di persone mi sono incontrata e siamo tutti decisi ad ogni forma di protesta. La decisione assunta è fortemente penalizzante per i numerosissimi pendolari abruzzesi che quotidianamente raggiungono Roma: i pullman interregionali, nazionali e internazionali in arrivo a Roma non fermeranno più a Tiburtina. La giunta Raggi ha infatti deciso di delocalizzare l’autostazione attualmente situazione in largo Guido Mazzoni su una porzione di area sita all’interno del nodo Anagnina. Sorgerà quindi lì il nuovo hub destinato alla sosta onerosa e alla fermata dei mezzi adibiti a linee di trasporto pubblico interregionali, nazionali e internazionali”.

La deputata prosegue: “Lo spostamento della stazione d’arrivo determinerà con certezza un ulteriore sovraccarico di traffico interno alla città capitolina e di utenti delle linee metro. Sarebbe opportuno sostenere – e non penalizzare – la mobilità dalle aree interne dell’Appennino abruzzese e in particolare dalle aree terremotate verso la capitale, tenendo in considerazione la questione relativa alla sicurezza autostradale della tratta che collega Roma con la città capoluogo della regione Abruzzo”.

L’on. Pezzopane conclude: “Prima ancora che si vada avanti nel percorso voglio sapere se l’operazione è concordata col Ministro e se lui intende avallare questa decisione così negativa per l’Abruzzo”.

MARTINO. Una seconda  interrogazione a risposta scritta al ministro per le Infrastrutture e Trasporti Danilo Toninelli “per scongiurare la ipotesi di spostamento del terminal dei bus provenienti dall’Abruzzo, dalla stazione Tiburtina alla Anagnina”, sarà presentata la prossima settimana dal deputato abruzzese di Forza Italia Antonio Martino.

“La delibera della Giunta guidata dal sindaco pentastellato Virginia Raggi, sulla localizzazione ad Anagnina del nuovo hub per il trasporto pubblico extraurbano, è da annoverare tra gli atti scellerati – spiega il deputato eletto nel collegio della provincia dell’Aquila – bisogna fermare questa volontà che sta mettendo in allarme l’opinione pubblica dei nostri territori. I numerosissimi pendolari dell’Aquila e dell’Abruzzo non possono essere considerati cittadini di serie B”.

“La mancanza di un vero collegamento ferroviario con la capitale rende d’obbligo l’uso dei bus e lo spostamento da Tiburtina ad Anagnina graverebbe di molto sui tempi di raggiungimento del posto di lavoro – spiega ancora il segretario organizzativo abruzzese – Molti di questi, madri e padri, già con grande sacrificio riescono ad assicurare la loro presenza in famiglia. Allungare ulteriormente il tempo di percorrenza è una follia”.

Martino annuncia inoltre che si sta attivando verso i consiglieri comunali azzurri al comune di Roma “per chiedere una ferma opposizione alla delibera grillina anche in quel consesso”.

Read Previous

PROVINCIALI, L’ANALISI NEL PD. MINOSSE: “QUALCUNO HA TRADITO. NON SOLO A TERAMO”

Read Next

L’ECCELLENZA NON PARLA TERAMANO: DOPO 11 GIORNATE SONO ALTRE LE PROTAGONISTE