L’AQUILA – “Avendo appreso solo poche ore fa della visita dell'”invisibile” Ministro Lucia Azzolina che,con una nota stampa diramata all’ultimo minuto, ha annunciato in sordina l’arrivo a L’Aquila – scrivono in una nota stampa i responsabili della Lega giovani Abruzzo, dell’Università e dell’Aquila De Santis, Maccarone e Costantini – come Lega Giovani siamo venuti simbolicamente fuori gli istituti superiori di Collesapone per esprimere tutta la nostra contrarietà all’ennesima passerella mediatica di un Ministro evanescente. Dopo una gestione a dir poco catastrofica della fase emergenziale, con studenti abbandonati a loro stessi dal primo all’ultimo giorno, l’Azzolina non porta in città nessuna risposta per i quasi 26.000 studenti abruzzesi che il Governo finirà per tenere fuori dalle aule per delle misure anti-Covid-19 decontestualizzate. Non sappiamo ancora nulla sul come questo Governo intende sopperire alla già cronica assenza di aule e di spazi scolastici adeguati. Tutto quello che abbiamo sono proclami e conferenze stampa. Un paese in cui i luoghi di formazione sono gli ultimi a riaprire,è un paese che non ha futuro.