TERAMO – “Che idea di città abbiamo? Vorremmo che la cittadinanza fosse più presente nelle scelte, chiaramente svolgendo anche un ruolo più attivo, anche di informazione sulla città stessa, mettendo a conoscenza i cittadini di quello che potrebbero essere le implicazioni di tali scelte”.

La voce è di Demetrio Rasetti, presidente del comitato di quartiere di Villa Mosca, che questa mattina è intervenuto ospite in quel di San Berardo, per commentare “il momento in consiglio comunale quando si è approvato il regolamento della democrazia partecipata”.

Rasetti dichiara di aver “ricordato questa mattina che tale regolamento nasce attorno ai comitati di quartiere che sono aperti ad alcune problematiche, acquisendo anche competenze e professionalità attraverso l’introduzione di demos con cui abbiamo fatto formazione professionale per le quali ad un certo punto oggi rivendichiamo una sorta, non dico di primogenitura, ma comunque di piccola spinta in una certa direzione”.

La democrazia partecipata, cui il Comune ci è arrivata dopo tanto tempo (“ora il progetto ambizioso deve svilupparsi nella città” ha dichiarato l’assessore Falini), è un atto che favorisce, promuovendo la cittadinanza attiva, la partecipazione diretta dei cittadini alle scelte politiche ed amministrative proprie.

“Ho ricordato – prosegue Rasetti – i passaggi sul referendum del teatro romano, connessi a tutta la riqualificazione dell’area, ho ricordato i momenti di formazione che abbiamo sostenuto qui al comitato di quartiere di San Berardo, le problematiche legate al progetto di Villa Mosca, dell’ospedale, salendo in cattedra con tutto il mondo dell’associazionismo perché le indicazioni vanno in una certa direzione per affermare come la democrazia partecipata stia dando un contributo di controllo al progetto di crescita e sviluppo della città. Quindi i progetti che si stanno mettendo in campo sono tutti funzionali alla rigenerazione urbana, il teatro è ormai un progetto che rigenera un pezzo di città, così come l’ospedale nuovo”.

 

di Maurizio Di Biagio