Donne del ‘900 che hanno trasformato la Cultura

TERAMO – Nei mercoledì dei mesi di Maggio e Ottobre 2021 (ore 11,30-12,30) il Centro Ricerche Personaliste presenterà agli studenti delle ultime classi degli istituti superiori figure eccellenti di donne che hanno trasformato la cultura del Novecento in risposta al bando della Fondazione Tercas per il 2021 sul tema della parità di genere e della lotta alla cultura della prevaricazione maschile e al fenomeno della violenza di genere..

Il progetto dal titolo “Dal mito alle Donne del Novecento che hanno trasformato la cultura”, approvato dalla Fondazione tra i 41 meritevoli di sostegno, ha attivato un lavoro di gruppo coordinato da Giulia Paola Di Nicola, con l’intento di contrastare e prevenire la violenza sulle donne, che trova alimento nella ignoranza e nei pregiudizi. Partendo dal mito fondatore di Antigone, che ha condizionato la cultura del mondo occidentale, si faranno conoscere ai giovani profili di donne coraggiose e geniali nei diversi campi della cultura filosofica, politica, religiosa, medica, letteraria, artistica. Restituendo autorevolezza al genere femminile, s’intende contribuire a ristabilire nella mente delle ragazze e dei ragazzi l’equilibrio tra i generi, supportando quella educazione al rispetto delle differenze, alla conoscenza e alla valorizzazione dei talenti di ciascuno dei generi, che è un freno alla cultura del maschilismo, della violenza, del bullismo.

È possibile iscriversi gratuitamente inviando l’adesione all’indirizzo progettodonne@hotmail.com sino alle ore 24 del lunedì precedente (indicando nome, cognome, email, cellulare e scuola di provenienza). Agli iscritti verrà inviato il link per il collegamento il martedì sera. Al termine, ai frequentanti, viene rilasciato un attestato di frequenza.

Questi i profili selezionati che saranno presentati secondo le date indicate:

5 Maggio Saluto della dr.ssa Tiziana Di Sante, Presidente della Fondazione Tercas. Relazioni: Giulia Paola Di Nicola, Ricerca della verità: Simone Weil (Parigi 1909-Ashford 1943)

12 Maggio Lucia Pompei, Donne e Letteratura: Natalia Ginsburg (Palermo 1916-Roma 1991)

19 Maggio: Elisabetta Di Biagio, Donne per la resistenza: Joyce Lussu ( Firenze 1912- Roma 1998)

26 Maggio Emilia Perri, Donne e Filosofia: Edith Stein (Breslavia, 1891-Auschwitz, 1942)

6  Ottobre:  Paola Di Pietro, In difesa dei valori, passato e presente: Antigone

13 Ottobre: Luisa Lisciani, Partecipazione politica Sophie Scholl (Forchtenberg 1921-Monaco 1943)

20 OttobreG. Boffi-E.Verdone, Donne e arte Frida Kahlo (Coyoacán, 1907-Coyoacán, 1954), pittrice

27 Ottobre: Lia Ginaldi, Donne e medicina: Bernardine Patricia Healy, (New York 1944 – Gates Mills 2011) cardiologa americana

Oltre alla partecipazione degli iscritti alle associazioni Università Popolare Medio Adriatica e del Salotto culturale – fondamentale per le relazioni intergenerazionali e per la riserva di memoria storica – hanno risposto positivamente docenti di 4 Istituti superiori (Liceo Scientifico “Einstein”, l’Istituto Rozzi Di Poppa, Liceo “Saffo” di Roseto degli Abruzzi e ITS agro alimentare) – Sandra D’Antonio

Read Previous

Calcio C, Di Feliciantonio: Iachini si è addolcito ed i play-off sono una lotteria

Read Next

A/24, chiusure notturne del Traforo del Gran Sasso da lunedì

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: